…la cosa importante è che sia “solo una volta in settimana”

Questa richiesta ci capita ogni anno, quando i genitori chiedono informazioni infatti molti, non tutti, richiedono, come importante requisito di un corso di danza, la frequenza minima di una volta in settimana. Ammettiamo che rimaniamo praticamente sempre spiazzati, soprattutto quando a questa frase si aggiunge “tanto mi* figli* non vuole mica fare la ballerina”. Siamo provocatori nel scrivere questo articolo, ma ci sembra doverso specificare che se una scuola di danza vuole davvero essere seria nelle sue proposte, allora è bene che, al di là della propedeutica e di tutti i corsi under 5 anni di età (che naturalmente si allineano con le esigenze dei più piccoli) per tutto il resto si attenda al programma di un corso che, se ben progettato e con un metodo chiaro ed efficace, va seguito secondo le direttive della scuola e degli insegnanti. 

Le motivazioni? Intanto una che risponde al “tanto non vuole mica…” : che ne sappiamo noi genitori di quello che succederà da qui a qualche anno, anzi, da qui a qualche mese, nella testolina dei nostri bambini? Magari quella che inizialmente è una richiesta “per gioco” può rivelarsi una grande passione, qualcosa che risolverà in positivo la vita dei nostri figli. Non è la prima volta che lo vediamo accadere, per fortuna. Quindi questa frase non ha nessun senso di esistere…

Per il resto, c’è da dire che:

  1. se un corso è pensato su due ore (o più) a settimana, siginifica che il tempo dedicato serve tutto, altrimenti saremmo “furbi” a prescindere a rubare il tempo a chi invece frequenta tutto il corso
  2. chi fa solo il 50% delle lezioni apprenderà il 50% delle nozioni, oppure il 100% con il 50% della possibilità di allenare ciò che impara
  3. se la lezione è ben divisa nel tempo, una parte sarà dedicata alla coreografia, magari in una particolare fase dell’anno, oppure sempre, a seconda del metodo dell’insegnante. A questo punto il bambino o il ragazzino che non frequenta una delle lezioni in programma perderà anche una parte della coreografia perchè per rispetto degli altri l’insegnante non ricomincerà da capo a spiegare, al massimo ripeterà veloce e si rimarrà sicuro un po’ indietro.
  4. la frustrazione di esser considerati “meno” degli altri che frequentano tutto il corso sarà inevitabile e al 90% il corso e addirittura, purtroppo, la danza, verrà abbandoanta.

Il nostro consiglio è  di avere fiducia nei vostri ragazzi: se amano quello che fanno sapranno organizzarsi e non sarà certo un’ora in più a settimana a cambiar loro la vita, nè in fatto di stanchezza, nè in fatto di tempo per esguire tutto il resto delle loro consegne (lo sappiamo che uno dei motivi principali è lo studio, il tempo che a questo, secondo leggende metropolitane senza tempo, viene sotratto dalle attività sportive).

É noto infine, e lo possono confermare le nostre atlete, che chi danza (o comunque pratica uno sport di livello) ha un miglior rendimento scolastico e una spiccata propensione all’organizzazione. 

Dunque, in quanto scuola di danza e associazione sportiva dilettantistica SERIA ci sentiamo di non assecondare più questa richiesta “al 50%”, perchè anche se non tutti diventeranno ballerini, noi saremo certi di aver dato a tutti, al pari, le stesse possibilità. Vi lasciamo, in fucsia, una frase molto bella, che gira sul web, ma che contiene grandi verità. Per riflettere.

PS: solo per precisare…sorelle o fratelli di età diverse (es 5 e 9 anni) NON possono frequentare lo stesso corso, soprattutto per comodità dei genitori. Le motivazioni? Vedete sopra. 😉 

“Perché spendere tutti quei soldi per la danza e per tua figlia?”
Risposta:
“Beh, ho una confessione da fare, io non pago per mia figlia a danza. Sai cosa sto pagando?
Pago perché mia figlia impari a essere disciplinata.
Pago perché mia figlia impari a prendersi cura del proprio corpo e della mente.
Pago perché mia figlia impari a lavorare con gli altri affinché diventi una buona compagna di squadra.
La danza aiuta a sviluppare la loro creatività.
Pago perche mia figlia impari a gestire la delusione quando non ottiene quello che si aspettava, e scopre che la chiave è lavorare di più.
Pago perché mia figlia impari a raggiungere i suoi obiettivi.
Pago perché mia figlia capisca che occorrono ore e ore di duro lavoro e allenamento per ottenere risultati, e che il successo non si può fare dall’oggi al domani.
Pago per l’opportunità che avrà mia figlia di fare amicizie che dureranno per tutta la vita.
Pago perché mia figlia studi e non stia pomeriggi interi davanti alla TV al pc o al cellulare.
Pago per quei momenti in cui mia figlia torna così stanca che vuole solo riposare e con quella stanchezza studia ancora e non ha tempo di camminare e di vagare per la strada.
Pago per tutte le lezioni di vita che questa bellissima disciplina dà: “responsabilità, impegno, fiducia in sé stessa, convivenza, ecc.”
Potrei continuare, ma per essere breve…
Non pago per lezioni di danza. Pago per le opportunità che ti offre questa disciplina di sviluppare attributi e abilità che saranno molto utili nel corso della vita.”

Tratto da: www.amiamoladanzaclassicablog.wordpress.com

 

La mia bimba ha 4 anni, quale danza?

Le mamme ci chiedono (o chiedono in giro) spesso quale corso di danza devono scegliere per bimbe che vanno ancora alla scuola materna. Noi non abbiamo nessun dubbio: i bambini così piccoli devono iniziare con la DANZA PROPEDEUTICA in cui si insegnano i fondamentali della danza.  Nessuno darebbe mai a un bimbo di quattro anni delle equazioni da fare giusto? Allo stesso modo nessuno può chiedere a un bimbo o a una bimba di fare passi o di prendere impostazioni “avanzate” di una o dell’altra disciplina senza aver prima capito come si fa a muoversi, nello spazio e con il proprio corpo. E poi non bisogna dimenticare la dimensione del “gioco”: i bambini hanno diritto ad un approccio scherzoso ma disciplinato, ludico ma educativo. Sotto i 4 anni c’è tempo e in quel caso si parla di psicomotricita’.

I nostri insegnanti hanno studiato “how to teach to baby dancers” come insegnare a piccoli aspiranti danzatori e questo fa la differenza. Nell’anno accademico 2019_20 il corso sarà in mano ad ALICE BACCA che con estrema professionalità e secondo il metodo ISTD inzierà i bambini piccoli alla magia della danza e farà loro scoprire i segreti della coordinazione e dell musicalità grazie al livello “primary”. 

Un’altra possibilità per le bimbe di 4 anni è la danzatricità, la quale nasce dall’unione fra danza e motricità, mirata a stimolare le capacità già acquisite e non a farne scoprire di nuove.

E ricordatevi che anche su questa disciplina sono attivi i BUONI DI SERVIZIO FSE! Mamme lavoratrici, il risparmio è dalla vostra parte =) !

Presicrizioni e info: clicca QUI. 

 

Dal 19 agosto le novità, gli orari e le info

Rimaniamo in pausa per un p0′, ma dal 19 agosto saremo pronti a darvi tutte le info per la nuova stagione, per telefono, email, sui social e anche in sede di via Alfieri a Lavis .

Ricordate intanto che se volete usufruire dei BUONI DI SERVIZIO è necessario prenotare l’appuntamento per farsi redigere l’ICEF e poi chiamare Ritmomisto per appuntamento per il progetto da compilare.

Il 14 settembre saremo a PROVA LO SPORT! al Palavis – Lavis con le prove gratuite e la settimana sucessiva OPEN WEEK per provare le nostre attività!

Rimanete sintonizzati, ma nel frattempo.. buone vacanze!

 

Danze latine: che classe! Tre passaggi per merito

I frutti si raccolgono dopo una stagione di buona semina: sono ben tre le coppie che dopo aver preso parte alle gare federali valevoli per la ranking nazionale 2018/2019, al campionato regionale e al campionato italiano passano per merito alla classe successiva, passando di livello e aumentando la posta in gioco. Grazie al lavoro della giovane BARBARA FAILO, trainer per le danze latino-americane da Ritmomisto, e all’impegno e al talento delle coppie ecco che:

TIMOTHY NARDELLI e NICOLE VINCO categoria 10/11 anni passano dalla classe B1 alla classe A diventando così a tutti gli effetti agonisti. La giovanissima coppia balla da soli 4 anni e in così poco tempo, esattamente dopo solo tre campionati italiani, un terzo posto nel 2018 e un secondo nel 2019, si guadagnano la classe più alta per la loro età.

GIANLUCA ZEN e JESSICA OCEAN ZEN categoria 16/18 anni passano dalla classe C alla classe B3, non solo grazie al loro quinto posto al campionato 2019, ma sopratutto grazie ai svariati podi durante l’anno nelle competizioni federali che li vedono secondi nella ranking list generale 2018/19. Ballano dalla primavera 2018 e in poco più di un anno si sono trovati in testa alle classifiche nazionali

RICCARDO TONON DE KOZMA e ERMONELA QOSIA categoria 10/11 in pochi mesi di ballo insieme e nonostante la giovanissima età di Ermonela, 8 anni, hanno spuntato un incredibile e meritatissimo 11 posto (su 90 coppie partecipanti) al Campionato Italiano 2019 e di conseguenza un meraviglioso 6 posto nella ranking nazionale grazie anche ai successi nelle altre competizioni di stagione. Questo significa schizzare rapidamente dalla classe C da cui sono partiti, alla classe B3.

Non si tratta solo di soddisfazione o di orgoglio, ma questi passaggi di classe dimostrano che competenza e professionalità, uniti a talento e grande dedizioni sono un cockatil vincente per chi vuole seriamente intraprendere la carriera della danza sportiva. La FIDS, unica Federazione di Danza Sportiva riconosciuta dal CONI, permette agli atleti di fare carriera in tante discipline, in modo chiaro e decifrabile grazie ad un regolamento definito. Se in tutto ciò c’è anche arte lo sanno bene i giovani ragazzi che non solo sono sportivi a tutti gli effetti, ma devono anche curare in toto la parte artistica!

Ed ora avanti tutta con i nuovi programmi e le novità delle classi di merito!

Stage di danze latine con Benedetto Capraro

Un grande momento di approfondimento nelle danze latino-americane quello organizzato da Ritmomisto in collaborazione con l’insegnante Barbara Failo: sarà BENEDETTO CAPRARO infatti ad essere ospite a Lavis nei giorni 13 e 14 aprile 2019. Lo stage è prerogativa esclusiva degli atleti Ritmomisto.

Nei due giorni verrà approfondita la tecnica e  ci saranno momenti di allenamento collettivo per tutte le coppie oltre che uno stage mirato alla tecnica maschile.

Gli atleti, lo staff e tutto il team Ritmomisto è onorato di ospitare questo importante professionista.

 

OFFICINA ESTATE RITMOMISTO 2019

Sempre attese le nostre colonie e quest’anno ci sono altri buoni motivi per sceglierci di nuovo oltre alla nostra nuova e bella sede (mooolto più fresca di quella storica di via Clementi) e all’idea del ristorante e della pizza per pranzo. Rimane la formula con due gite settimanali (tra cui sicuramente almeno una volta la piscina) e anche le nostre incursioni in sedi di enti come la Croce Rossa o altre realtà disposte ad ospitarci per farci vivere esperienze uniche. Siete curiosi di sapere le novità? Eccole:

  1. i temi della settimana – ogni turno avrà un argomento attorno al quale ruoteranno tutte (o quasi) le attività. Conosceremo Il Piccolo Principe, di Coco, di Mary Poppins e molto altro..
  2. l’inglese – durante i vari turni si potrà imparare l’inglese divertendosi! L’importante è che almeno 10 bambini ne facciano richiesta

Rimane la possibilità di utilizzare i BUONI DI SERVIZIO  (per usufruire prendere appuntamento telefonando al 3488521538 in orario pomeridiano – Manuela) 

INFORMAZIONI UTILI

TURNI

10 – 14 giugno turno I / 17 – 21 giugno turno II (in english) / 24 – 28 giugno turno III / 29 luglio – 2 agosto turno IV / 26 – 30 agosto turno V / 2 – 6 settembre turno VI

ORARIO DEI TURNI

8:30-16:30 con possiblità di anticipo gratuito dalle 7:40. PossibIlità di PART TIME (mattina o pomeriggio) senza pranzo.

TARIFFE

OFFICINA ESTATE – 140€ full time / 80€ part – time

OFFICINA ESTATE IN ENGLISH – 180€ full time  – non è previsto il part – time nella settimana del 17 e 21 giugno e nemmeno per chi opta per l’inglese nelle altre settimane (con un minimo di 10 bambini attivabile in qualsiasi turno con la separazione dei gruppi – mentre la settimana del 17 e 21 giugno, il II turno sarà per tutti in inglese con le rispettive tariffe). Ad accompagnare i bambini in questa esperienza in inglese ci saranno gli educatori madrelingua di Pingu’s English Trento. Una garanzia nel panorama dell’educazione in lingua.

PREISCRIZIONE: solo tramite email a colonieritmomisto@gmail.com (entro il 15/04). SI VA IN ORDINE CRONOLOGICO di ARRIVO DELLE EMAIL E CONSEGUENTE PAGAMENTO. 

Tutte le altre info precise sono da richiedere a colonieritmomisto@gmail.com.

ATTENZIONE
L’attività è riservata ai soci dell’associazione. È quindi necessario  munirsi della tessera associativa. Il costo annuale di essa è di € 25,00  a famiglia.

A breve anche info su MUSICAL SUMMER WEEKS 2019!

 

Padova Open: bella prova della squadra di danze latine

A Casalserugo, Padova, i ragazzi delle danze latino americane hanno disputato una delle tante gare di danza sportiva FIDS – Promodanza che, durante l’anno, li vede impegnati insieme a tutto il resto della squadra e alla loro trainer Barbara Failo.

Il sabato hanno ballato i ragazzi delle classi C e tra loro anche qualche esordiente alla prima gara: Ermonela e Riccardo 10/11 anni classe C, Nicole e Daniel 12/13 classe C, Daniela e Davide 16/18 classe C. Insieme a loro i più rodati Jessica e Gianluca 16/18 C, Delia e Matteo 16/18 C, Aurora e Matteo 14/15 C.

I risultati del sabato:

  • Ermonela e Riccardo secondi
  • Nicole e Daniel primi
  • Daniela e Davide quarti
  • Jessica e Gianluca secondi
  • Delia e Matteo terzi
  • Aurora e Matteo terzi

Domenica stessa gara ma per le classi B e hanno gareggiato

  • Sharon e Mattia 14/15 B3  secondi
  • Matilde e Matteo  14/15 B3 quarti
  • Nicole e Timothy 10/11 B1 primi 

Super performance e grandi soddisfazioni per questa squadra che ha ballato nel weekend ancora non al completo. Alcune coppie ancora non complete per partecipare alla gara stanno “scaldando” i motori per la prossima avventura!

L’MVD di oggi (non sapete cos’è? Leggete QUI) NICOLE DE MATTEIS! Perchè ha saputo portare pazienza, mettere a frutto l’esperienza e alleggerire il peso della prima gara del proprio ballerino! BRAVA! Vediamo chi, nella prossima gara, saprà guadagnare questo ambito premio <3 siamo sempre curiosi!

Il 23 e 24 marzo la squadra danze artistiche e street sarà impegnata nella seconda prova di Calderara di Reno: il Gran Prix della danza! Non vediamo l’ora!

 

I contributi 2018 all’associazione

Come richiesto dalla l. 124/2017 ai commi 125 – 129 si riportano i contributi ricevuti dall’associazione da parte di enti pubblici, durante l’anno 2018:

 

COMUNE DI LAVIS CONTRIBUTO ATTIVITÁ ORDINARIA

3.406,00 €  

COMUNE DI LAVIS CONTRIBUTO ATTIVITÁ STRAORDINARIA

1.000,00 €

B.I.M CONSORZIO DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO

800,00 €

CASSA RURALE DI LAVIS

1.000,00 €

AGENZIA PER LA FAMIGLIA DELLA PAT – COLONIE ESTIVE

1.842,75 €

Totale

8.048,75 €

Ritmomisto ha il marchio Family in Trentino

Ritmomisto ha ottenuto proprio in questo finire di 2018 l’importante riconoscimento, da parte dell’Agenzia per la famiglia della Provincia Autonoma di Trento, del marchio Family in Trentino.

Cosa significa? Significa che l’associazione ha i requisiti per essere considerata, secondo le linee guida della Provincia, una realtà “family friendly” ed è una garanzia del fatto che realmente Ritmomisto cerca di andare incontro alle famiglie senza perdere di vista la qualità dell’offerta formativa, l’adeguatezza delle strutture e tanti altri accorgimenti a favore di famiglie e ragazzi.

Nella piana Rotaliana sono 4 le associaizoni che hanno ottenuto tale riconoscimento (vedi QUI) e due, tra cui Ritmomisto, nel Comune di Lavis.

Ringraziando l’Agenzia per la famiglia e l’assessore della Comunità Rotaliana Königsberg per l’attenzione e la fiducia riposta, Ritmomisto procede nella progettazione e nell’ideazione di attività a favore di un numero sempre maggiore di bambini e ragazzi, al fianco delle rispettive famiglie.

 

Celebrazione eccellenze sportive FIDS in regione: i nostri premiati

Si terrà venerdì 7 dicembre 2018 alle ore 20.00 presso il Teatro delle Muse a Pineta l’annuale premiazione delle eccellenze della nostra regione nell’ambito della Danza Sportiva.

Agli atleti segnalati verrà consegnato un attestato simbolo di riconoscenza per i successi ottenuti nel corso dell’anno 2018. Sono invitati tutti gli atleti trentini e altoatesini che hanno vinto gare del circuito 2017/2018, disputato finali nel circuito italiano o in campionati italiani, europei e mondiali.
Per Ritmomisto verranno premiati:
  • TIMOTHY NARDELLI –  TERZO CLASSIFICATO IN COPPIA CON NICOLE VINCO CAMP. ITALIANO DI CATEG. PER LE DANZE LATINO AMERICANE 10-11 B3
  • NICOLE VINCO – TERZA CLASSIFICATA IN COPPIA CON TIMOTHY NARDELLI CAMP. ITALIANO DI CATEG. PER LE DANZE LATINO AMERICANE 10-11 B3
  • ALICE ANDREOLLI  – TERZA CLASSIFICATA CON SOFIA FRONTUTO CAMP. ITALIANO DI CATEG. PER MODERN CONTEMPORARY DUO 12-15 CLASSE A
  • SOFIA FRONTUTO – TERZA CLASSIFICATA CON ALICE ANDREOLLI CAMP. ITALIANO DI CATEG. PER MODERN CONTEMPORARY DUO 12-15 CLASSE A
  • GIULIA BIASIOLLI – QUINTA CLASSIFICATA CAMP. ITALIANO DI CATEG. PER DANZA CLASSICA 12-15 CLASSE C
  • ELISA MOSNA – SECONDA CLASSIFICATA CAMP. ITALIANO DI CATEG. PER DUO DANZA CLASSICA 12-15 CLASSE C
  • ILENIA ZAMBALDI –  QUARTA CLASSIFICATA CAMP ITALIANO DI CATEG. PER SOLO DANZA CLASSICA OVER 16 CLASSE B
  • GIULIA SCARPA, GIULIA BIASIOLLI – TERZE CLASSIFICATE CAMP. ITALIANO DI CATEG. PICCOLO GRUPPO DANZA CLASSICA CLASSE C 12/15
  • FRANCESCA GARBARI –  SESTA CLASSIFICATA CAMP . ITALIANO DI CATEG. PER DUO DANZA CLASSICA 12/15 CL. B

Una bellissima occasione di riconoscenza verso gli atleti che hanno raccolto frutti importanti durante la passata stagione sportiva!